15 febbraio 2020

Il lager e le umiliazioni  - L'Adige

<<Quando vidi avvicinarsi a me il primo soldato russo, venuto a liberarci nel campo di steminio di Auschwitz, mi è sembrato che avesse l'aureola, aveva la parvenza di una Madonna>>. L'ottantasettenne Oleg Mandic - ospite di Terra del Fuoco Trentino e Treno della Memoria - ha ricostruito così, davanti a 1200 giovani riuniti al Teatro Sociale di Trento e in streaming nella sala della cooperazione, il momento della sua liberazione.

+393486406401

©2019 di Terra del Fuoco Trentino

via Cesare Battisti 18 - 38077 Comano Terme

p.iva 02349260220 - terradelfuocotrentino@pec.it