Terra del Fuoco Trentino nasce da un gruppo di educatori e partecipanti al Treno della Memoria del 2014, progetto di Memoria e Cittadinanza attiva a livello nazionale portato in regione da un'associazione piemontese. Appena fondati, nel settembre del 2014, con l'obiettivo di occuparsi di cittadinanza attiva, i volontari organizzano il loro primo Treno della Memoria in partnership con l'associazione torinese ideatrice dell'iniziativa e questo rimane ad oggi uno degli impegni di più ampio respiro nazionale di cui l'associazione trentina si occupa ogni anno. 

 

Nel suo primo anno di vita propone e realizza anche due originali progetti sui piani giovani di Arcimaga e di Trento: con “immigrAZIONE” si è esplorato, incontrando i suoi protagonisti, il mondo, variegato e spesso ridotto a qualche slogan o stereotipo, dell'immigrazione, con un viaggio fuori regione per scoprire e conoscere realtà diverse che in anticipo rispetto alle vallate trentine hanno vissuto l'arrivo di profughi, rifugiati e immigrati economici; “Memotour '68”, invece, ha esplorato con un pizzico di goliardia l'eccezionalità del 1968 per la cittadina di Trento, creando una mostra itinerante dopo un percorso di incontro con i protagonisti del periodo. Vista l'attualità della tematica e della metodologia applicata, ImmigrAZIONE prosegue nel 2016 con il Piano Giovani della Valle dei Laghi. Sempre nel 2016 in collaborazione con l'organizzazione nazionale del Treno della Memoria porta in trentino il progetto Pagine di Memoria con cui promuove la diffusione dei libri della casa editrice di Auschwitz tradotti in italiano e non reperibili attraverso i normali circuiti di vendita. Il progetto svolto collaborazione con il circuito delle biblioteche trentine riuscendo così ad arrivare su tutto il territorio.

Terra del Fuoco Trentino ha continuato con entusiasmo ad occuparsi di questi temi: dal Treno della Memoria partito da Trento sono nati un fumetto grazie alla collaborazione con tre artisti di “Studio d'Arte Andromeda” e un docu-film realizzato in collaborazione con Filmart, del regista Giacomo Gabrielli, con la partecipazione straordinaria di Arek Hersh, sopravvissuto ad Auschwitz. Il film dopo la première italiana, il 22 novembre 2019 viene proiettato in première internazionale a Londra. Terra del Fuoco Trentino sta per partire nuovamente verso la Polonia, questa volta “Sulle tracce del Treno della Memoria” con il primo viaggio di memoria e cittadinanza attiva rivolto agli adulti di questo territorio.

 

Terra del Fuoco Trentino opera CO-PROGETTANDO con i giovani e i territori partecipanti alle iniziative che propone; VIAGGIA alla ricerca di esperienze dirette e reali; INCONTRA persone ed ESPLORA luoghi, perché vedere coi propri occhi e sentire l'umanità nei protagonisti del passato e della contemporaneità è una chiave comunicativa contemporanea ed efficace, capace di coinvolgere nuove generazioni sempre alla ricerca di momenti esperienziali; DIVERTE cercando metodologie di sensibilizzazione, coinvolgimento e didattica attraverso le arti, le nuove tecnologie e la fantasia.

 

+393486406401

©2019 di Terra del Fuoco Trentino

via Cesare Battisti 18 - 38077 Comano Terme

p.iva 02349260220 - terradelfuocotrentino@pec.it